I droni utilizzati per monitorare e fermare il fuoco di Notre Dame

Nella gestione dell’incendio che ha devastato la cattedrale Notre Dame de Paris, i droni hanno rivestito un ruolo essenziale ed hanno permesso di individuare le zone su cui i vigili del fuoco hanno potuto concentrare le proprie risorse.

Di seguito un interessante articolo del portale theverge.com

I pompieri parigini hanno usato i droni DJI per tracciare la progressione del fuoco nella cattedrale Notre Dame e per individuare le posizioni migliori a cui mirare con le manichette antincendio. Volando con i droni DJI Mavic Pro e Matrice M210 sulla cattedrale di Notre Dame, i pompieri sono riusciti a ottenere dati essenziali per domare le fiamme.

Notre Dame de Paris è stata gravemente danneggiata dall’incendio che ha devastato il tetto, la guglia, la vetrata e l’organo a canne. La polizia suppone che l’incendio è stato probabilmente un incidente, potenzialmente causato da lavori di ristrutturazione in corso.

Il portavoce dei pompieri, Gabriel Plus, ha riferito ai media locali che i droni sono stati fondamentali per salvare la struttura della cattedrale. “I droni ci hanno permesso di utilizzare correttamente ciò che avevamo a nostra disposizione”, ha detto Plus. […]

Una delle tante immagini riprese da droni ed utilizzate dai vigili del fuoco per la gestione dell’incendio. Fonte Alexandre Tremont TWITTER

In genere, i droni non sono autorizzati a volare su Parigi secondo disposizioni ben definite dell’azienda produttrice DJI. Quest’ultima, in occasione dell’incendio di Notre Dame, ha provveduto a rimuovere le restrizioni in modo da poter collaborare con le autorità.

Nonostante DJI non abbia addestrato o donato ai pompieri dei droni, con questo intervento ha contribuito a promuovere la sua tecnologia. Un portavoce di DJI ha affermato che i vigili del fuoco “hanno ora integrato e assorbito questa tecnologia in modo che possano adottarla pienamente nelle missioni di ricerca e soccorso e nello spegnere incendi come quello che abbiamo visto a Notre Dame”.

“La missione era delicata e hanno intelligentemente interpellato l’unità Parisian Police Drone, un team dedicato di piloti professionisti di droni pronti ad intervenire in missioni critiche”, ha aggiunto il portavoce. I droni sono stati presi in prestito dai Ministeri francesi dalla cultura e dell’interno, poiché i vigili del fuoco non sono ancora dotati di propri dispositivi.

Andrea Pastore

Dottore in Ingegneria dell'Informazione Cisco Certified Network Associate Simulator Technician I- Customer & Training Services - Defence & Security @ CAE https://www.cae.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.