ENAC e Droni: Regolamento Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto (parte 4)

Il “Regolamento Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto”, emesso da ENAC dal 16 dicembre 2013 e aggiornato a maggio 2018, é il documento di riferimento italiano che include tutto ció che gli operatori APR devono sapere per poter operare in modo lecito.

Nei precedenti articoli abbiamo visto come ENAC regolamenta l’impiego di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto con massa operativa al decollo minore di 25kg e di Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto con massa operativa al decollo uguale o maggiore di 25kg.

In questa quarta parte della rassegna sul regolamento ENAC parleremo della SEZIONE IV:

Disposizioni per il pilotaggio degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto.

Fatta eccezione per gli APR con massa al decollo minore o uguale a 300g, ai fini della conduzione di un APR si richiede al pilota il possesso di appropriato riconoscimento di competenza valido.

Tale riconoscimento puó essere rilasciato solo se si é maggiorenni e puó essere di due tipi:

  1. Attestato di Pilota: abilita la conduzione di APR con massa al decollo fino a 25kg in condizione VLOS (APR in vista)
  2. Licenza di Pilota: abilita la conduzione di APR con massa al decollo maggiore o uguale a 25kg e ad effettuare anche operazioni BVLOS (APR non in vista)

Entrambi hanno validitá di 5 anni.

Per ottenere l’Attestato di Pilota APR il richiedente deve:

  • acquisire le conoscenze basiche delle regole dell’aria frequentando apposito corso di formazione presso un Centro di Addestramento APR autorizzato
  • effettuare un addestramento specifico dal tipo o e classe di APR da condurre
  • possedere idoneitá psicofisica, essere quindi in possesso di una certificazione medica rilasciata da un esaminatore aeromedico secondo standard relativi alla licenza LAPL.
  • per il conseguimento e successivi rinnovi occorre superare un esame pratico presso il Centro di Addestramento APR approvato.

Per ottenere la Licenza di Pilota APR invece, il richiedente deve:

  • essere in possesso di un certificato medico di terza classe in corso di validitá, rilasciato in accordo al Regolamento ENAC “Organizzazione Sanitaria e certificazioni mediche d’idoneità per il conseguimento delle licenze e degli attestati aeronautici”
  • dimostrare di possedere conoscenze aeronautiche di base e di conduzione di APR presso Centri di Addestramento APR approvato
  • per il conseguimento e successivi rinnovi occorre superare un esame pratico presso il Centro di Addestramento APR approvato.

Abbiamo spesso citato i Centri di Addestramento APR, essi sono approvati dall’ENAC e forniscono formazione sia teorica che pratica per l’addestramento al pilotaggio di APR. I centri devono possedere procedure, materiale didattico, mezzi per l’addestramento, istruttori e almeno un Esaminatore accreditato da ENAC.

I centri di addestramento sono abilitati sia in fase di rilascio che di rinnovo dell’Attestato di Pilota APR, a notificarlo online sul portale dell’ente ENAC ed emetterlo al richiedente entro 3 giorni.

Salvatore De Astis

Team leader di Robocotteri.it ingegnere informatico prestato al mondo aeronautico dal 2007 ad oggi. La lista dei suoi articoli

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.