ZeRONE: Il Drone con propulsione senza eliche

In un nuovo documento, presentato dai ricercatori Wataru Yamada, Hiroyuki Manabe e Daizo Ikeda durante la Conference on Human Factors in Computing Systems (CHI ’19) a Glasgow, in Scozia, è stato presentato ZeRONE, un nuovo drone indoor che non utilizza pale rotanti per la propulsione.

Il dispositivo proposto è un drone del tipo dirigibile ad elio che, per la propulsione, utilizza il vento generato dalla vibrazione ultrasonica di elementi piezoelettrici . Rispetto ai normali droni con eliche rotanti, il drone è molto più sicuro poichè le sue uniche parti mobili sono gli elementi piezoelettrici le cui superfici vibrano nell’ordine dei micrometri. Il drone può “galleggiare” per alcune settimane e il sistema di propulsione ad ultrasuoni è molto silenzioso.

Data la diffusione dei droni, la ricerca nel campo dell’interazione uomo-drone (HDI), incentrata sulla comunicazione tra persone e droni, è ultimamente diventata molto più attiva.

L’esperienza maturata fino ad oggi, tuttavia, ha rivelato diversi ostacoli legati all’utilizzo dei droni negli spazi pubblici. I problemi chiave sono le possibili gravi lesioni derivanti da colpi di elica e\o da cadute di droni da grandi altezze. Sebbene molti droni utilizzino protezioni per eliche per prevenire i danni, la protezione completa non risulta essere efficiente poiché le strumentazioni, che dovrebbero proteggere adeguatamente dita e capelli, sono troppo pesanti e degradano le prestazioni di volo. Anche se il drone è affidabile, il rumore generato dalle eliche rotanti e dalle forti turbolenze tendono a spaventare le persone vicine. Inoltre, in generale, il tempo di volo di un piccolo drone è inferiore a circa 20 minuti.

Sicuro e silenzioso, l’ideale per l’utilizzo indoor

ZeRONE è un nuovo drone in grado di volare senza parti azionate meccanicamente come eliche o flappers. Il dispositivo è ideale per l’utilizzo in spazi interni. Per realizzare la propulsione, il drone è dotato di microblowers che generano venti deboli creati dalla vibrazione ultrasonica di superfici ceramiche. Questi dispositivi forniscono la forza propulsiva nelle direzioni verticale, imbardata e in avanti, quindi questo drone può muoversi liberamente nello spazio 3D.
Il dispositivo proposto presenta numerosi vantaggi rispetto ai droni convenzionali:

  • non c’è possibilità di lesioni personali : i microblowers vibrano con un’ampiezza ridotta e visivamente impercettibile.
  • il rumore generato è minimo grazie alla frequenza di vibrazione che si trova nell’intervallo degli ultrasuoni.
  • maggiore autonomia di volo: nel momento in cui i microblowers non sono attivi, il drone continua a galleggiare semplicemente nell’aria senza generare rumore o consumare energia a differenza dei normali droni.
L’utente può toccare ZeRONE senza paura di incorrere in lesioni

Link al documento originale in lingua inglese

Andrea Pastore

Dottore in Ingegneria dell'Informazione Cisco Certified Network Associate Simulator Technician I- Customer & Training Services - Defence & Security @ CAE https://www.cae.com/

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.